login

chi è online

Abbiamo 127 visitatori e nessun utente online

 

Monte Janus

Montgenevre - Monte Janus - Lago Gignoux - Val Gimont

Difficoltà: BC/BC+Ciclabilità salita: 100%Ciclabilità discesa: 100%


Sviluppo: 27.2 km Durata: 06:06:50 Dislivello: 1125 m
Quota min.: 1830 m Quota max: 2542 m Range di quota: 712 m



Volo 3d della traccia del giro:

Cartografia di riferimento: IGC 1 - Valle di Susa, Chisone e Germanasca - Scala 1:50000


 

Descrizione percorso:


Disclaimer:
Andare in bicicletta puo' essere pericoloso. Per questo motivo i responsabili e i contributori di questo sito, pur facendo il possibile per mantenere la massima accuratezza e affidabilita' delle informazioni, non accettano alcuna responsabilita' riguardante errori, omissioni, correttezza dei percorsi gps, indirizzi di strutture ricettive, e qualunque altra informazione contenuta in queste schede. Lo staff di etabetamtb.net non e' inoltre responsabile qualora accadessero incidenti sui percorsi suggeriti, inclusa la perdita totale o parziale di equipaggiamento o danneggiamento alla vostra bicicletta. Siate sempre consapevoli del vostro livello di allenamento per pedalare sempre in assoluta sicurezza. Lo staff di etabetamtb.net si riserva il diritto di modificare o aggiornare i contenuti delle schede dei percorsi e le relative descrizioni in qualunque momento e senza nessun preavviso. Ci scusiamo tuttavia degli inconvenienti che potremmo causare.


 

Bellissimo anello, anche questo a cavallo del confine italo-francese. Da effettuarsi preferibilmente in estate: se la visibilita' e' buona i panorami sono incomparabili, soprattutto dalla vetta del Monte Janus.

La partenza e' situata a Monginevro, in territorio francese, poco oltre il confine provenendo da Claviere. Il nostro itinerario parte dall'obelisco che si trova proprio nel centro del paese: da qui attraversare la strada asfaltata e raggiungere la sterrata che si trova poco sotto e che costeggia il campo da golf. Seguire in leggera discesa lo sterrato che conduce a un ponte. Attraversarlo. Proseguire diritti in pianura sempre su fondo battuto, lasciando alla destra la partenza di una seggiovia. Dopo circa un centinaio di metri, al bivio, prendere a sinistra in decisa salita. La strada sale ampia affrontando una serie di tornanti: mantenere sempre la via principale. Si giunge dopo poco piu' di un paio di chilometri su uno spiazzo attraversato da numerosi impianti di risalita. Seguire sempre la strada principale che devia leggermente a sinistra. Ancora qualche chilometro in salita, su ampio sterrato, e si arriva a un bivio (la zona e' spesso ventosa). Piegare a destra per raggiungere la cima del Monte Janus. Si raggiunge presto una sbarra che occorre attraversare. Da qui in poi la salita diventa molto impegnativa, sia per la pendenza che per il fondo molto difficile. E' il chilometro piu' duro del giro, ma la vista dalla vetta ripaga velocemente delle energie spese.
Si lascia la sommita' dello Janus e si ripercorre a ritroso la via della salita fino al bivio precedente, dove si prosegue diritti, ignorando la strada fatta a salire. Al bivio successivo, stare a sinistra, riguadagnando un po' del dislivello perso. Si affronta un tornante e si giunge a un'ulteriore deviazione. Si prende a sinistra e si percorrono le poche centinaia di metri che conducono al Forte Gondran. Si consiglia la visita al forte (diroccato). Dal forte ridiscendere fino alla biforcazione precedente e prendere questa volta a sinistra. Si affronta una veloce discesa sterrata per poco piu' di un chilometro, dopodiche' si arriva a una deviazione, in prossimita' di uno stagno, spesso asciutto. Prendere a destra e proseguire sul sentiero a mezza costa, con alcuni passaggini tecnici e numerosi saliscendi, fino al Lago Gignoux. Si tratta del tratto piu' spettacolare del percorso per quanto riguarda l'ambiente quasi lunare che si attraversa. Dopo aver ripreso un po' di fiato, si lascia il lago e si affronta la ripida salita (per i piu' non pedalabile) che ci riporta temporaneamente in Italia. Subito dopo il confine (segnalato da una targa), prendere il sentierino sulla sinistra, per evitare inutili discese e risalite. Il sentiero finisce al col Sauriel, dove ci si ricongiunge con l'ampia sterrata. Poche centinaia di metri oltre, subito dopo un tornante (non prendere la strada a destra che si stacca dal tornante che porterebbe al Colle Bercia), prendere lo stretto sentiero che scende a destra verso la Val Gimont.
Di qui inizia la discesa, molto divertente: il sentiero inizia piuttosto ripido. Prestare attenzione ai tornatini che si incontrano passando sotto la seggiovia. Dopodiche' si trasforma in un divertentissimo e lunghissimo single track che sfocia su un'ampia strada. Di qui, salire per poche centinaia di metri a sinistra, per poi imboccare la ripida discesa che si stacca a destra, in prossimita' dell'arrivo di uno skilift. Si tratta di una pista di sci che riporta a Monginevro, in prossimita' del campo da golf. Seguire la strada che costeggia il golf: all'altezza del centro paese, deviare a destra, attraversare il campo e raggiungere il punto di partenza.


Ultimo aggiornamento: 30.12.2008


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna