login

chi è online

Abbiamo 842 visitatori e nessun utente online

 

Laghi Palasina

Brusson - Estoul - Rif. Arp - Laghi Palasina

Difficoltà: BC/BC+Ciclabilità salita: 98%Ciclabilità discesa: 100%


Sviluppo: 26.8 km Durata: 07:42:10 Dislivello: 1381 m
Quota min.: 1292 m Quota max: 2541 m Range di quota: 1249 m



Volo 3d della traccia del giro:

Cartografia di riferimento: -


 

Descrizione percorso:


Disclaimer:
Andare in bicicletta puo' essere pericoloso. Per questo motivo i responsabili e i contributori di questo sito, pur facendo il possibile per mantenere la massima accuratezza e affidabilita' delle informazioni, non accettano alcuna responsabilita' riguardante errori, omissioni, correttezza dei percorsi gps, indirizzi di strutture ricettive, e qualunque altra informazione contenuta in queste schede. Lo staff di etabetamtb.net non e' inoltre responsabile qualora accadessero incidenti sui percorsi suggeriti, inclusa la perdita totale o parziale di equipaggiamento o danneggiamento alla vostra bicicletta. Siate sempre consapevoli del vostro livello di allenamento per pedalare sempre in assoluta sicurezza. Lo staff di etabetamtb.net si riserva il diritto di modificare o aggiornare i contenuti delle schede dei percorsi e le relative descrizioni in qualunque momento e senza nessun preavviso. Ci scusiamo tuttavia degli inconvenienti che potremmo causare.


 

Stupendo anello in Valle d'Aosta, precisamente in Val d'Ayas, che raggiunge un comodo rifugio d'alta quota e volendo porta a toccare una splendida serie di laghi alpini in un contesto naturalistico incontaminato.

Il giro prende avvio dal paese di Brusson, presso il parcheggio di fronte al caratteristico laghetto. Azzerare il ciclocomputer e dirigersi in leggera discesa su Rue Trois Villages. Dopo circa 400 metri svoltare a sinistra su Rue Col Ranzola e proseguire in salita su asfalto. La strada, con ampi tornanti, fa guadagnare dislivello. Al km 6.9 si raggiunge il paese di Estoul. Proseguire sempre su asfalto fino a un lungo rettilineo pianeggiante al termine del quale occorre girare a sinistra (km 7.8). Da qui inizia lo sterrato: al primo bivio (km 7.9) girare a destra; al bivio successivo (km 8.3) sempre a destra, intraprendendo ora la parte più ripida del giro. Le rampe sono davvero dure, ma sempre ciclabili. Tenere sempre a destra anche al bivio successivo (km 9.4), innestandosi quindi su una serie di ripidi tornanti, dopo i quali la strada inizia a spianare. Al bivio successivo (km 10.3) prendere ancora a destra: tenere a mente questo bivio, essendo il punto in cui al ritorno la strada in discesa devierà rispetto alla salita. Proseguire ancora in leggera salita fino in prossimità di un ponte: qui occorre stare a sinistra (km 11.9) per evitare le rampe peggiori. Proseguire in salita sempre via via più ripida fino a una cascina (km 13.8). Proseguire fiancheggiando la cascina e imboccando un sentiero pianeggiante che porta al rifugio Arp (km 14.5). Per raggiungere i laghi, tornare indietro fina alla cascina a quindi svoltare a destra in salita e proseguire su ampia strada fino al suo termine (km 16.1). Da qui in poi, con circa 20 minuti di bici a spalla, si raggiunge il primo dei laghi (Lago della Battaglia - km 16.6). Proseguendo in salita, si raggiunge il lago Pocia (km 17.0).
Dal lago Pocia si ridiscende sulla strada dell'andata (approfittando di eventuali tagli) fino al bivio già percorso in salita (km 21.0), presso il quale occorre girare a destra. Dopo un paio di ampi tornanti (tralasciare la strada in discesa che scende diritta al primo tornante) si raggiunge un gruppo di abitazioni (km 22.1) da cui inizia il bel single track che riporta a valle. Il single track riporta sulla strada asfaltata percorsa a inizio giro (km 25.2) e in breve ri raggiunge il punto di partenza (km 26.8).


Ultimo aggiornamento: 30.12.2008


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna