login

chi è online

Abbiamo 93 visitatori e nessun utente online

Conca di By

 

Conca di By

Frissoniere - Champillon- By - Thoules - Ru du Mont

Difficoltà: MC/OCCiclabilità salita: 100%Ciclabilità discesa: 98%


Sviluppo: 39 km Durata: 08:02:00 Dislivello: 1530 m
Quota min.: 1069 m Quota max: 2389 m Range di quota: 1320 m



Volo 3d della traccia del giro:

Cartografia di riferimento: -


 

Descrizione percorso:


Disclaimer:
Andare in bicicletta puo' essere pericoloso. Per questo motivo i responsabili e i contributori di questo sito, pur facendo il possibile per mantenere la massima accuratezza e affidabilita' delle informazioni, non accettano alcuna responsabilita' riguardante errori, omissioni, correttezza dei percorsi gps, indirizzi di strutture ricettive, e qualunque altra informazione contenuta in queste schede. Lo staff di etabetamtb.net non e' inoltre responsabile qualora accadessero incidenti sui percorsi suggeriti, inclusa la perdita totale o parziale di equipaggiamento o danneggiamento alla vostra bicicletta. Siate sempre consapevoli del vostro livello di allenamento per pedalare sempre in assoluta sicurezza. Lo staff di etabetamtb.net si riserva il diritto di modificare o aggiornare i contenuti delle schede dei percorsi e le relative descrizioni in qualunque momento e senza nessun preavviso. Ci scusiamo tuttavia degli inconvenienti che potremmo causare.


 

Un giro ispirato dalla traccia di RidersMTB, che ringraziamo per lo spunto, e che, durante il percorso, abbiamo un po' variato, privilegiando uno dei numerosi Ru valdostani (che gli amici RidersMTB non hanno potuto percorrere causa neve), e scovando un sentiero in discesa che ci ha portato a percorrere buie ed un po' anguste ma particolari gallerie, che occorre percorrere con la dovuta attenzione, ma che ci ha anche fatto ridurre il dislivello complessivo. Dislivello che può ulteriormente essere ridotto partendo da Chatellair (fraz. di Doues), percorrendo al rientro la variante del Ru du Mont, cosa questa che è stata improvvisata lungo il percorso e quindi non prevista inizialmente. La traccia qui proposta quindi parte dalla valle di Ollomont e i riferimenti altimetrici e di distanza sono riferiti a quel punto di partenza. Partendo da Chatellair, il dislivello totale si riduce di circa 300 mt e la distanza totale di circa 6.5 km. La partenza da Chateillar è a circa 3 km dopo la partenza della traccia proposta qui.
Si tratta di un giro dagli ampi panorami, che porta a vedere da vicino il colle della Fenetre de Durand, passaggio obbligato del tour del Grand Combin, oltre a offrire viste incantevoli che spaziano dalla Grivola, al Mont Fallère fino alla maestà del Grand Combin stesso. Dal punti di vista tecnico, il tratto di discesa più impegnativo non è per nulla banale, e va affrontato con cautela: ripidissimi tornanti in successione, su sentiero stretto, tortuoso e gradonato. Per chi ha buona padronanza trialistica della bici ci sarà solo da divertirsi.

La partenza è fissata dall'ampio parcheggio in frazione Frissoniere, poco prima di Ollomont, proprio in corrispondenza dell'edificio della Cooperativa produttori Fontina (partendo da qui è consigliata la visita alla cooperativa e l'acquisto del tipico formaggio). Azzerare il ciclocomputer e imboccare l'evidente sterrata che parte a sinistra dell'edificio. Essa inizia a diventare subito molto ripida e porta a un bivio evidente (km 1.0): noi abbiamo deciso di imboccare la ripida rampa asfaltata sulla destra e al bivio successivo (km 1.1) di mantenere la sinistra che, con agevole sterrato, conduce a Praz bas e a confluire sulla provinciale che sale a Champillon (km 2.4). Svoltare a destra e seguire l'asfalto. Poco dopo si attraversa la frazione Chantillar e si giunge al tornante (km 3.3) a sinistra del quale arriva lo sterrato da cui si sbucherà al rientro: questo è il punto da cui in alternativa si può partire per ridurre lo sviluppo e il dislivello del giro. Proseguire su comodo asfalto la bella salita che sale dolcemente, offrendo panorami sempre più spettacolari sulla valle. Senza possibilità di errore, si giunge alla fine dell'asfalto (km 11.4) in località Champillon (fontana). Proseguire brevemente sull'ampia carrareccia, fino a individuare un sentiero che diparte sulla sinistra attraversando il Ru (km 11.7). Imboccare il sentiero che si snoda, con passaggi molto caratteristici, lungo tutto il Ru, mantenendosi in piano e lontano dal traffico. Si attraverserà uno stretto passaggio nella roccia e alcuni tratti attrezzati, ma per nulla impegnativi, da fare con bici a fianco. Seguire la traccia fino a individuare un sentiero sulla destra (km 19.5) che, con alcuni passaggini al limite della ciclabilità, porta sulla sottostante sterrata, al centro della conca di By (km 20.2). Svoltare ora a sinistra e seguire l'ampia carrareccia che dapprima porta, tralasciando ogni deviazione verso altri alpeggi, alla Balme De Bal (km 22.5), nei pressi della quale, proseguendo sulla sterrata, la strada si fa ripida e affronta alcuni tornanti. Seguire la sterrata fino al suo termine naturale in località Thoules (km 25.7), proprio sotto la Fenetre de Durand.
Dopo meritato riposo, tornare inizialmente sui propri passi ripercorrendo a ritroso la strada fatta a salire, fino agli alpeggi della località Lombardin (km 27.1), da cui è possibile imboccare il sentiero che, con alcuni passaggini iniziali molto tecnici, riporta alla Balme de Bal (km 28.2). Da qui, imboccare l'ampia sterrata che parte a sinistra, sotto l'alpeggio, e seguirla, attraversando due corsi d'acqua e arrivando a un pianoro erboso (km 28.8). Tralasciare le deviazioni a destra e a sinistra e proseguire diritti fino a un colletto, da cui parte il sentiero di discesa verso Glassier. Tenere il sentiero che scende a sinistra (anche se la traccia qui allegata indica altro percorso, ma poi confluisce sul sentiero qui indicato) e seguirlo in ripida e molto tecnica discesa. Prestare attenzione all'evidente bivio (km 30.8) in corrispondenza del quale occorre tralasciare la deviazione a destra e proseguire diritto, per arrivare, con percorso in saliscendi e piuttosto sporco, fino a un ponte (km 31.8): attraversarlo e, giunti su asfalto (km 31.9), svoltare a sinistra in discesa e attraversare la località Vaud. Poco oltre (km 32.2) imboccare a destra l'evidente sterrata (Allée des Soupirs) che con percorso pianeggiante e ampio porta sul Ru Du Mont che obbliga all'attraversamento di due tunnel scavati nella roccia, molto caratteristici. Il secondo tunnel è molto lungo (circa 600 mt) ed è dotato di luci interne (l'interruttore temporizzato è posto all'ingresso). Il primo invece, più corto, è completamente buio. Il consiglio è di dotarsi comunque di una torcia. I tunnel sono molto stretti e non percorribili in sella. All'uscita del secondo tunnel (km 36.7), svoltare a destra e raggiungere l'asfalto in corrispondenza di Chantellair (km 37.0), svoltare a sinistra e imboccare l'evidente sterrata (poco significativa dal punto di vista ciclistico), identificata come strada pedonale, o ippovia. Seguire i tornanti fino a ritrovarsi alla fine della rampa fatta inzialmente (km 38.2), svoltare a sinistra e con veloce discesa sulla strada fatta a salire raggiungere il punto di partenza (km 39.3).


Ultimo aggiornamento: 25.02.2020


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna